Alla scoperta della frutta / 2


Abbiamo detto ieri quali sono le tipologie di frutta e come classificarle. Adesso che le conosciamo parliamo dei loro valori nutrizionali: quanto ci fanno bene e quante e quando ne dobbiamo mangiare? Ci viene in mente subito il detto "una mela al giorno toglie il medico di torno", che per anni le nostre mamme e nonne ci hanno ripetuto almeno due volte a settimana avvicinandosi a noi come la stregha di Biancaneve, con una bella mela in mano. Ma è vero? Direi proprio di sì e non solo la mela, ma anche il resto della frutta possiede straordinarie proprietà utili al nostro organismo.

Assumendo quotidianamente della frutta (non condita o elaborata), possiamo soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamine e sali minerali soprattutto. La cosa importante è che la frutta arrivi fresca sulle nostre tavole, poiché perde gradualmente il contenuto di vitamina subito dopo la raccolta: più è fresca, insomma, meglio ci fa. Evitiamo frutta fuori stagione, spesso è coltivata nelle serre o con prodotti fuori terra, due fattori che alterano tutte le qualità del prodotto e le sue caratteristiche organolettiche.

Cosa dobbiamo mangiare allora se vogliamo tenerci in piena salute? Se mangiamo 150 gr di albicocche fresce, riusciamo a coprire il 75% del fabbisogno giornaliero di vitamina A ed inoltre è ricca di magnesio, fosforo, potassio, calcio e ferro. Se invece mangiamo 150 gr di ciliegie possiamo assimilare il 16% del fabbisogno di vitamina C, altrimenti semplicemente 150 gr di kiwi per tutta la vitamina C di cui abbiamo bisogno. Se vogliamo fibra e polifenoli, che hanno potere ossidante, allora mangiamo almeno una mela al giorno (anche due!), mentre dedichiamoci alle prugne e alle susine per le vitamine A-B1-B2 e C. Se abbiamo bisogno di vitamina B5, invece, troviamo un albero di melograno e prendiamo un frutto! Il fico, infine, è portatore di magnesio, fosforo, potassio e zinco, nonché delle vitamine del gruppo B, comprese la B6 e la B5.

Qualcuno adesso si starà domandando se esistono frutti che apportano qualcosa di "negativo". Direi proprio di no, ma per soddisfare la vostra curiosità vi informo che l'avocado contiene in 100gr ben 23 gr di grassi, 100 gr di banana fino a 22 gr di carboidrati, l'anguria su 100 gr ben 95 sono di acqua, mentre non sottovalutate il valore energetico di uva e kaki!

Domani parleremo della frutta di stagione e di come analizzarla sensorialmente. State collegati!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail