La terra dei cuochi, intervista allo chef Davide Scabin sulle sue nuove ricette spaziali

I nostri amici di Tvblog hanno intervistato Davide Scabin, famoso chef che presto partirà con l'avventura televisiva de "La terra dei cuochi". Ecco cosa ha rivelato in merito.

Davide Scabin

Siete pronti per un nuovo format televisivo dedicato al mondo della cucina? Dopo l'apertura dei casting per la terza edizione di Masterchef Italia, avvenuta pochissimi giorni dopo la proclamazione del secondo vincitore, anzi, della seconda vincitrice, l'avvocato Tiziana, e dopo avervi annunciato l'arrivo di Cucine da Incubo Italia, ecco che oggi vi parliamo de "La terra dei cuochi".

I nostri amici di Tvblog hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione di La Terra dei cuochi, intervistando anche il grandissimo David Scabin, che nel programma vestirà i panni di un giudice imparziale, pronto a difendere a tutti i costi la cucina italiana.

La trasmissione comincia venerdì 26 aprile su RaiUno e sarà condotto da Antonella Clerici, già nota per un altro programma culinario di grande successo per casa Rai come La Prova del Cuoco. Davide Scabin, che confessa che sarebbe onorato di essere imitato da Maurizio Crozza, già famoso per la sua imitazione di Joe Bastianich, ha rivelato a Tvblog la ricetta alla quale sta lavorando per il menù degli astronauti, una lasagna frutto della tradizione, sana, con ingredienti gustosissimi, senza additivi e salt free!

Tradizione purista, sono riuscito a produrre cinque piatti senza nessun additivo e soprattutto salt free, pur essendo molto gustosi. Abbiamo lavorato sul concetto dell'umami, quindi il concetto di sapidità asiatico: sono tutti piatti senza sale aggiunto. Potevo utilizzare mezzo grammo di sale per porzione, ma non l'ho usato, ho usato quello degli alimenti.

Progetti in questo senso, di questo tipo? Nuove ricette per nuovi progetti spaziali?

C'è in serbo un progetto per il prossimo astronauta tedesco, che ha richiesto la cucina italiana, cioè piatti italiani: è la prima volta che la gastronomia italiana, non i prodotti, che vanno nello spazio, insieme al primo italiano che farà il lungo percorso.

Davvero un onore... Ed ecco, invece, che cosa pensa Davide Scabin di Masterchef: lui sicuramente non sarà un giudice così cattivo, ma sarà comunque inflessibile!

  • shares
  • Mail