Ricette Mondiali: dal Portogallo il bizcocho borracho

Quando si dice il destino: i sorteggi per i Mondiali 2010 hanno inserito nello stesso girone, il G, gli unici due Stati al mondo che condividono la lingua portoghese: Portogallo e Brasile. Oggi iniziamo a conoscere il primo attraverso il bizcoho borracho (letteralmente torta ubriaca), una ricetta che ha origine molto antiche: deriva, infatti, dall’uso dei navigatori (e quanti ne aveva questo piccolo Stato) di inzuppare i biscotti nel rhum come spuntino.

Cosa vi occorre per 6 persone: 90 g di farina, 200 g di zucchero, 20 g di burro, 6 uova grandi, 1 limone biologico, 2.5 dl di panna, 7 cucchiai di brandy spagnolo, 6 cucchiai di mandorle tritate.

Come si prepara: nel mixer frullate la farina con 90 g di zucchero, i tuorli d’uovo e la scorza di limone grattata. Montate gli albumi a neve e aggiungeteli delicatamente al composto che verserete in una teglia rettangolare foderata di carta da forno unta. Infornate a 180° per circa 12 minuti, fate riposare per 5 poi tirate fuori il dolce e fatelo raffreddare su una gratella. Caramellate 50 g di zucchero con 1 cucchiaio d’acqua, poi immergete la base del tegame in acqua fredda. Aggiungetevi lo zucchero rimasto, 1.2 dl di acqua bollente e portate a ebollizione, quindi togliete dal fuoco e unite il brandy allo sciroppo ottenuto. Rimettete il dolce nella teglia, copritelo con lo sciroppo in modo che s’inzuppi, cospargetelo di mandorle tritate. Tagliatelo a pezzi e fatelo raffreddare prima di servirlo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail