Ricette Mondiali: dalla Spagna l’empanada

La Spagna è ricca di piatti buonissimi, ma noi, fedeli alla nostra vocazione tifosa, abbiamo scelto di preparare l’empanada, ottima anche fredda davanti alla tv. Il nome deriva dal verbo ‘empanar’, cioè farcire il pane, e anche se se ne trovano in tutto il Sudamerica, la ricette originale viene dalla regione spagnola della Galizia. Se ne può preparare una sola comunitaria, oppure, meglio, tante piccole monoporzioni. Buon appetito!

Cosa vi occorre per 6 persone. Per la pasta: 250 g di farina di mais, 2 cucchiaini di lievito in polvere, 3 uova, 1 cucchiaino di zucchero, 270 g di farina, 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale. Per il ripieno: 1 kg di lombata di maiale con l’osso, 200 g di pelati, 175 g di prosciutto affumicato, 300 g di chorizo o salsiccia piccante, 3 peperoni, 2 dl di vino bianco, 1 pizzico di stimmi di zafferano, 5 cucchiai d’olio, 2 cipolle, 4 spicchi d’aglio, 1 cucchiaino di paprika, 2 cucchiai di prezzemolo, sale e pepe.

Come si prepara. Per preparare il ripieno scaldate 4 cucchiai d’olio in un tegame, aggiungete aglio e cipolla tritati, poi la lombata e il prosciutto tagliati a pezzi. Togliete la carne e utilizzate il soffritto per cuocere il chorizo con i peperoni tritati. Sgrassate il fondo della casseruola con il vino, portate a bollore e fate ridurre. Versate altro vino nella casseruola, i pelati, lo zafferano, la paprika e il prezzemolo, quindi aggiustate di sale. Cuocete a fuoco dolce per 30 minuti e fate raffreddare. Intanto preparate la pasta lavorando la farina di mais con zucchero e lievito e aggiungendo gradualmente 250 g di farina, sale, 2 dl d’acqua, olio e 2 uova. Fate lievitare la pasta coperta da un canovaccio al caldo per 50 minuti, poi dividetela in due parti. Stendetene una parte in una teglia unta, copritela con il ripieno (avrete unito la carne e la salsa al chorizo) e stendetevi sopra il resto della pasta a coprire, eliminando gli eccessi e sigillando i bordi con una forchetta. Spennellate la superficie dell’empanada con l’uovo rimasto e infornate a 200° per 30 minuti. Servite tagliata in quadrati.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail