La verdura ed i frutti dell'orto /4



Ed ancora ortaggi. Abbiamo capito come sceglierli e quando, come conservarli e cucinarli, adesso approfondiamo un poco la legislazione legata agli ortaggi. Anche per questi, infatti, è attivo il regolamento comunitario sulle indicazioni di tipicità, DOP (Denominazione di Origine Protetta), IGP (Indicazione Geografica Protetta), Agricoltura biologica e STG (Specialità Tradizionale Garantita), oltre all'italiana sigla PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali).

In Italia questi sono gli ortaggi protetti:


  • Nord: Asparago Verde di Altedo (IGP), Fungo di Borgotaro (IGP), Scalogno di Romagna (IGP), Basilico Genovese (DOP), Riso di Baraggia Biellese e Vercellese (DOP), Asparago Bianco di Bassano (DOP), Asparago Bianco di Cimadolmo (IGP), Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese (IGP), Radiccio Rosso di Chioggia (IGP), Radicchio Rosso di Treviso (IGP), Radicchio Variegato di Castelfranco (IGP), Radicchio di Verona (IGP), Riso Nano Vialone Veronese (IGP).
  • Centro: Carota dell'Altopiano del Fucino (IGP), Carciofo Romanesco del Lazio (IGP), Lenticchia di Castelluccio di Norcia (IGP), Fagiolo di Sorana (IGP), Fatto della Garfagnana (IGP).
  • Sud: Fagiolo di Sarconi (IGP), Peperone di Senise (IGP), Cipolla Rossa di Tropea (IGP), Carciofo di Paestum (IGP), Cipollotto Nocerino (DOP), Pomodoro di San Marzano dell'Agro Sarnese-Nocerino (DOP), Cappero di Pantelleria (IGP), Pomodoro di Pachino (IGP).

Per le ricette con le verdure, qui ci sono diversi spunti!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail