Birra creative common

Era ovvio che sarebbe successo. Perché poi è una vaga evoluzione del passaparola.

Un gruppo di studenti ha fatto quello che da sempre fanno tutte le mamme che passano la ricetta alle figlie o alle amiche: si sono inventati un metodo per preparare la birra e lo hanno reso disponibile sotto licenza Creative Common. E' la Vores Ol.

Sembra quasi ridicolo (volendo si potrebbe togliere il quasi).

Comunque, tutti possono riprodurre la birra che si sono inventati, ma se viene venduta occorre evidenziare che è una loro ideazione (e dove si mettono i credits in un bicchiere di birra ? Il file .txt si scioglie...)

Un pochino più evoluto il concetto di Brewtopia, un birrificio open source, progetto nato in Australia dove chiunque può collaborare nella produzione e nella definizione del business. Ovviamente è diventata la birra preferita nel mondo IT...

  • shares
  • Mail