Il club delle ricette segrete (e la ricetta dei biscotti “professore matto")

Il club delle ricette segrete (e la ricetta dei biscotti â��professore matto")Ci capita talvolta di collegare un cibo, un particolare aroma a una situazione del nostro vissuto. È una forma ancestrale di memoria indelebile. Richiamiamo, a mo' di esempio, uno dei passaggi finali del cartoon del 2007 della Walt Disney Pictures-Pixar Ratatouille in cui il terribile critico Anton Ego si scioglie letteralmente dal sapore di un piatto di ratatouille che lo riporta all'infanzia quando mangiava quel piatto preparato dalla madre.

Nel romanzo Il club delle ricette segrete il procedimento creativo è opposto, nel senso che le due protagoniste, Lilly e Val, raccontandosi gli avvenimenti delle loro vite cercano di fissarle con un sapore, un colore, un profumo. La struttura del libro prevede in buona parte un fittissimo scambio di lettere “vecchia maniera” – magnifiche! – sostituite, quando la narrazione si avvicina ai nostri anni, con delle email. Ogni scritto si chiude e si compie in una ricetta. Se, per esempio, nella corrispondenza le due amiche si scambiano confidenze amorose, ecco che la lettera si chiuderà con una frittura saltata "pazzo di te" o con le lasagne "pene d'amore". I biscotti "professore pazzo" – di cui riposto di la ricetta – completano il carattere bislacco delle invenzioni del padre di Val e così di seguito.

Biscotti “professore matto” – dosi per circa tre dozzine di biscotti: 110 g di zucchero di canna, 10 g di zucchero, 110 g di burro, 1 uovo, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 210 g di farina, 2 cucchiaini di lievito, 1/2 cucchiaino di sale, 40 gr di noci pecan tritate finemente, burro o margarina per ungere le teglie.

In una terrina grande lavorare le due qualità di zucchero e il burro fino a ottenere un composto leggero e cremoso. Aggiungere, sbattendo, l'uovo e la vaniglia. In una terrina a parte mescolare farina, lievito e sale. Unire gradualmente gli ingredienti asciutti a quelli bagnati e mescolare bene. Incorporare le noci pecan tritate. Dare all'impasto la forma di un tronchetto di circa 5 centimetri di diametro. Avvolgere ben stretto nella pellicola trasparente e riporre in frigo per almeno 6 ore o per tutta la notte. Il giorno seguente, o quando di è pronti a infornare i biscotti, preriscaldare il forno a 200 gradi. Imburrare 3 teglie. Tagliare l'impasto in fette rotonde spesse circa 6-7 millimetri. Disporle, a circa 4 centimetri di distanza l'una dall'alta, sulle teglie già preparate. Cuocere per 7-10 minuti finché appaiono leggermente dorate. Mettere a raffreddare su una gratella.

La cucina viene vissuta dalle due protagoniste come luogo dell'unione, dell'amicizia complice. Quello che le parole non riescono a mediare viene affidato alla forza evocativa del cibo. Le due amiche scoprono e amplificano, così, una comunicazione stratigrafica intensa e lancinante.

Ottima idea regalo per quanti hanno la passione della cucina sincera.

Andrea Israel - Nancy Garfinkel
Il club delle ricette segrete
Ricette in collaborazione con Melissa Clark
Garzanti, 2010
pp. 384, euro 18,60

  • shares
  • Mail