Flimé, il ristorante cannibale a Berlino


Bufala o realtà? Non si sa ancora, fatto sta che la notizia di questi giorni è l'apertura di un ristorante cannibale a Berlino, il Flimé. Il proprietario è Eduardo Amado, che già ne possiede uno in Brasile ed ha deciso di spostare questa tradizione Wari anche in Europa. Naturalmente l'opinione pubblica si è divisa e qualcuno sta anche pensado che forse si tratta di una trovata pubblicitaria, ma da fonti vicine all'imprenditore proprietario pare proprio che sia tutto reale.

L'apertura è prevista per l'8 settembre: nel menu carne umana (ma non solo), offerta da gente comune (sul sito è disponibile un modulo per cedere parti del proprio corpo), ma per ora nessuno si è ancora fatto avanti. L'operazione ospedaliera, inoltre, per asporate i pezzi "donati" è a carico del ristorante, che però entra in possesso della carne donata e può decidere come e se cucinarla. Sul sito, nella versione tedesca, c'è anche un appello a chirurghi dalla mentalità aperta.

La cucina Wari nasce dalla tribù Waricaca, originaria della foresta Amazzonica brasiliana e poi decimata dagli europei, che teorizzava che "mangiare è molto più che soddisfare la fame" (la frase è presente anche sul sito di Flimé) ed usava come ingrediente la carne dei nemici uccisi in battaglia.

Chi sarà il primo cliente del ristorante?

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: