Capodanno ebraico: il dolce challah

Come tutti sanno il calendario ebraico è lunare, quindi, in breve, tra domani e giovedì i nostri ‘fratelli maggiori’ festeggeranno il Capodanno, il Rosh Hashanà, che ha un significato particolare per l’individuo, che davanti a Dio chiede perdono per i suoi peccati e promette di diventare un uomo migliore. Prima di iniziare il pranzo di festa si usa intingere nel miele una fetta del dolce che stiamo per imparare a preparare, challah, pregando il Signore affinché riservi un anno buono e dolce.

Cosa vi occorre: 5 tazze e mezza di farina, 1 tazza e mezza d’acqua, 17$ di tazza d’olio, 2 uova, 1 cucchiaino di sale, 1 bustina di lievito in polvere, 2 cucchiai di zucchero.

Come si prepara: sciogliete il lievito in mezza tazza d’acqua tiepida e unitevi lo zucchero mescolando per bene fino a creare uno sciroppo. Mescolate in una ciotola insieme al resto degli ingredienti lasciando da parte un uovo e lavorate l’impasto per 90 secondi. A questo punto adagiatelo su una teglia da forno unta e lasciatelo lievitare per un’ora. Sistematelo a forma di treccia e lasciatelo lievitare un altro po’, infine spennellatelo con l’uovo rimasto e infornate a 180° per 30-40 minuti. Deve restare morbido.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail