Salone del libro di Torino 2013: uno sguardo agli editori eno-gastronomici

A Torino, tra gli stand del Salone del Libro, si trovano moltissime pubblicazioni eno-gastronomiche che vale la pena approfondire.

Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina

È in corso a Torino il Salone del Libro, la più importante manifestazione del settore editoriale in Italia. Tantissimi stand, moltissimi libri ed eventi dedicati al mondo del libro – sia cartaceo che digitale.

Tra i libri presenti al Salone molti riguardano la cucina. Si va dagli editori squisitamente gastronomici a titoli di cucina presenti nei cataloghi di editori generalisti. Grosso modo potremo dividere l’editoria eno-gastronomica in due settori: uno che si occupa di settori particolari e uno che guarda agli aspetti più generali.

Al secondo gruppo potremo ascrivere, per esempio, le Edizioni del Baldo che pubblicano libri su diversi aspetti della cucina italiana: abbiamo così ricettari per torte, per piatti (paste, risotti, zuppe), ma anche per pietanze (zucca, patate) e per eventi (rinfreschi, happy hour). Tutti libri molto simpatici e accattivanti con la loro aria da quadernetto di una volta.

Ci sono poi i libri del primo gruppo, quelli cioè che si focalizzano su alcuni aspetti del mangiare. Prendiamo, per esempio, i libri pubblicati da Maria Pacini Fazzi che, attraverso un’accurata selezione dei titoli, propone libri molto belli e approfonditi legati alla cultura del territorio; o ancora i libri delle Edizioni Sonda che ha nel suo catalogo la più ampia proposta di ricettari cruelty-free e di cultura alimentare ecosostenibile e giusta. E che dire delle splendide pubblicazioni di Guido Tommasi Editore? Basti la collana “10 modi di…” per farvi innamorare di un modo speciale di proporre le ricette su carta colorata che richiama l’ingrediente principale di cui si parla.

Belle – e soprattutto interessanti – le pubblicazioni curate da Slow Food editore, casa editrice che dal 1990 pubblica libri e riviste pensati appositamente per valorizzare la produzione enogastronomica di qualità volta a informare ed educare noi consumatori. Una sfida non da poco ma che crediamo Slow Food svolga egregiamente.

Non è certo possibile citare qui tutte le case editrici che si occupano di gastronomia e ai cui stand mi sono soffermato a Torino. Ognuno ha, naturalmente, i propri gusti e le proprie preferenze. Il mio consiglio è, in ogni caso, di tralasciare gli altisonanti ricettari che vengono pubblicizzati in ogni dove e mettersi alla ricerca di quelle case editrici che fanno veramente cultura gastronomica proponendo testi di altissimo livello. E, credetemi, ce ne sono!

Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina
Salone del libro di Torino 2013, i libri di cucina

  • shares
  • Mail