La ricetta della pasta sfoglia e i consigli per renderla perfetta

La pasta sfoglia è una delle preparazioni che sta alla base della cucina. Si contraddistigue per la versatilità unica dato che può costituire indistintamente la base di preparazioni dolci e salate. Ottima, nel caso di intolleranza al glutine è la versione per celiaci. Prepararla in casa non è semplicissimo, ma dopo averci preso la mano diventa sempre più agevole. Non solo, la pasta sfoglia fatta in casa ha decisamente tutto un altro sapore, una volta assaggiata vi renderete conto della sostanziale differenza con quella indistustriale e difficilmente tornerete indietro. E' indispensabile nella preparazione di diverse pietanze come ad esempio i fagottini alla mediterranea o il polpettone in crosta.

Alla base di una riuscita perfetta c'è tanta pazienza ed il rispetto dei tempi previsti dalla ricetta. Il panetto di pasta infatti dovrà riposare a riprese dentro il frigo dopo essere stato steso e piegato. Per ottenere i numerosi strati che contraddistinguono un'ottima pasta sfoglia sarà opportuno eseguire alla perfezione le pieghe, a 3 e a 4 a seconda degli strati di volta in volta ottenuti. Fondamentale la permanenza in frigo per i tempi indicati pena lo scioglimento del burro e la non riuscita della pasta sfoglia. Se siete alle prime armi con questo tipo di preparazione vi consiglio di affidarvi alla ricetta di Luca Montersino.

La ricetta della pasta sfoglia e i consigli per renderla perfetta

Ingredienti per il panetto


    750 gr di burro freddo e buono
    220 gr di farina

Ingredienti per il pastello


    530 gr di farina
    15 gr di sale
    330 gr di acqua fredda

Procedimento

Iniziare dal pastello versando la farina nella planetaria insieme al sale. Predisporre l'impastatrice inserendo il gancio, azionarla e versare l'acqua all'interno, poco alla volta. L'operazione dovrà durare all'incirca 7 minuti. Adesso prelevare il composto, lavorarlo brevemente sul piano di lavoro, dare una forma regolare e posizionarlo all'interno di un foglio carta forno dentro il frigo. Passare al secondo composto. All'interno della carta da forno mettere il panetto di burro, coprire con un altro foglio di carta forno e battere energicamente con il mattarello. Il burro diventerà morbido ma non si scioglierà. Mettere quindi il burro dentro la planetaria insieme alla farina ed impastare con la foglia. Fare partire l'impastatrice. Versare il composto ottenuto sulla carta da forno, coprire nuovamente con la carta forno e stenderlo per ottenere un panetto compatto. Fare riposare un'ora in frigo. Adesso riprendere il primo impasto e stenderlo fino ad ottenere una striscia spessa rettangolare. Sistemare al centro di essa il burro estratto dal frigo che abbia la stessa altezza del primo ed in modo rimangano ai lati due lembi di pasta uguali. Sovrapporli quindi in modo che l’impasto risulti chiuso al centro ma aperto ancora alle due estremità superiore ed inferiore. Stenderlo con il mattarello mantenendo una forma rettangolare. Iniziare quindi con le pieghe, in particolare la piega a tre: piegare il lembo della pasta inferiore verso il centro in modo che dall’altro lato la pasta rimasta abbia la stessa dimensione di quella sotto. Piegare quindi il lembo di pasta superiore dall'alto verso il basso sovrapponendolo sul primo. Si saranno ottenuti 3 strati. Trasferire in frigo per 30 minuti. Adesso riprendere l'impasto, stenderlo mantenendo una forma rettangolare e fare la piega a 4: piegare i due lati più lunghi in modo che si chiudano sul centro e poi ancora in due. Si otterranno 4 strati. Trasferire in frigo ancora per 30 minuti. Rifare quindi lo stesso procedimento: piega a tre e riposo di 30 minuti, piega a 4 e riposo di 30 minuti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail