Cucina russa: i salamini ‘alla Podvorje’

Oggi, insieme con questo freddo mese di novembre che ci proietta già alla neve di Natale (in Russia ne cade giù proprio tanta…) cominciamo l’esplorazione dei secondi di carne alla russa. Debuttiamo con queste salsicce preparate in maniera tradizionale, secondo la ricetta tipica del ristorante Podvorje, una vera e propria istituzione.

Cosa vi occorre: 500 g di carne di maiale, 20 g di lardo affumicato, aglio, sale e pepe nero in grani q.b.

Come si preparano: dividete in due parti la carne di maiale. Una parte la passerete al tritacarne per farla macinata; l’altra, invece, la taglierete con il coltello. Nello stesso modo, tagliate il lardo e unitelo alla carne e all’aglio sminuzzato, salate e pepate. Impastate questo composto con qualche cucchiaio d’acqua per renderlo più morbido, quindi riempite con esso le sacche di budello comunemente usate per le salsicce. I salamini, così preparati, si mangiano rosolati in abbondante olio bollente sfumato con del vino rosso, oppure in umido al pomodoro, e accompagnati con patate, cavoli stufati, funghi, olive nere e insalata di legumi freschi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail