Eventi: commenti sul Merano wine festival 2010

considerazioni sul merano wine festival 2010
Si è concluso sabato il Merano wine festival 2010, lasciandomi pensare ad un decadimento della manifestazione. Questa affermazione è dovuta allo spropositato numero di degustatori presenti nel giorno di sabato, credetemi, era impossibile degustare, c'erano persone ovunque, una temperatura quasi caraibica e gli spintoni si sprecavano. In realtà non mi aspettavo un primo giorno così caotico, anche se la manifestazione è sempre più conosciuta, ed il sabato è il giorno con più presenza, poichè avevo letto chiaramente che il numero fosse chiuso, evidentemente la capienza massima è sovrstimata.

Altra pecca, più che dell'organizzazione generale, imputabile ai singoli produttori, l'ho riscontrata nella giornata di lunedì, qundo, mai stanchi, due ore prima della chiusura, anticipata alle ore 17, o erano già andati via, o li trovavi indaffarati a sistemare le bottiglie o le avevano già terminate od ancora non avevano voglia di aprirle. Cosa che mi lascia molto perplessa visto il costo di € 70,00. Lo trovo molto scorretto, soprattutto per quell'appassionato che spende soldi per il viaggio, per il biglietto e poi si trova una situazione del genere.

Nota positiva invece è stata il seminario l'etica dell'agricoltura, troppo poco tempo per poter approfondire spunti molto ampi, ma davvero interessante. Bio&dynamica mi è sembrata ricevere più attenzione da parte del pubblico, rispetto al precedente anno. Il totale dei visitatori è stato oltre i 4500, speriamo che l qualità rimanga inalterata per gli anni a venire.

  • shares
  • Mail