Cosa mangiare in spiaggia per gustarsi una giornata al mare

Mangiare al mare è un modo per godersi più pienamente una giornata di relax. Ci sono, però, alcuni accorgimenti da seguire perché il cibo non sia troppo pesante e rischi di farci più male che bene.

Cosa mangiare in spiaggia per gustarsi una giornata al mare

Piano piano l’estate si avvicina e, con essa, le vacanze. Se siete amanti del mare, l’estate è senza dubbio la vostra stagione preferita ed è probabile che andiate al mare anche nei fine settimana per poter vivere pienamente la vostra passione.

Ma cosa mangiare in spiaggia per gustarsi una giornata al mare? Spesso non è facile scegliere cosa mangiare al mare perché da un lato si vuole stare leggeri e godersi in pieno il relax, dall’altro il mare “mette fame” e con i morsi della fame non si trascorre certo una giornata serena!

A questo si aggiunga che i cibi devono essere comodi da portare, semplici da consumare, non devono essere pesanti e, se possibile, devono essere rinfrescanti.

Ricordatevi che per mangiare in spiaggia è fondamentale la borsa termica che conserva gli alimenti alla giusta temperatura ed evita che alcuni cibi vadano a male.

L’importanza delle bevande


Cosa mangiare in spiaggia per gustarsi una giornata al mare

Basilari sono le bevande, naturalmente: l’acqua è essenziale. Magari, se volete, potete aggiungere il succo di mezzo limone nella bottiglia per rendere l’acqua più dissetante.

Evitate di bere in spiaggia bevande zuccherate che, al contrario di quanto si crede, non dissetano affatto. Inoltre, nelle bibite a base di cola, la presenza di caffeina può anche avere effetti di disidratazione.

Evitate anche il te confezionato, che è pieno di zuccheri. Preparare il te a casa non è poi così difficile e potete farlo agevolmente voi, regolandovi con la quantità di zucchero (se poi scegliete il te verde, per esempio, potete evitare del tutto lo zucchero).

Vanno bene i succhi di frutta, a patto che non sostituiscano la frutta.

Suggerimenti per il pranzo


Cosa mangiare in spiaggia per gustarsi una giornata al mare

Il pranzo in spiaggia, da consumare sotto l’ombrellone per evitare il solleone, dovrebbe essere costituito soprattutto da un piatto unico, sì da avere tutti i nutrienti di un pasto completo.

Non preparate piatti elaborati (tipo pasta al forno o timballi, che sono ricchi di grassi e rallentano la digestione). Ideali sono i panini, realizzati con pane fresco non condito (cioè pane semplice, non focacce o pane con strutto) o pane integrale. Potete farcirlo con affettati magri (prosciutto crudo o cotto, bresaola, speck…), formaggi freschi (mozzarella, per esempio), carni (affettato di petto di pollo o di tacchino), uova sode, pesce (in scatola come tonno, sgombro, o salmone – quest’ultimo anche affumicato). Nei panini andrebbe sempre inserita della verdura (come pomodori, verdure grigliate, foglie di insalata, sottaceti): sbizzarritevi con la fantasia per gli abbinamenti!

Ottime sono le insalate di riso o di farro. Se usate il riso, preparate quello parboiled che non scuoce e lascia i chicchi ben separati, il che vi eviterà di usare molto olio per il condimento.

Per le verdure prestate attenzione alla sabbia che si intrufola da tutte le parti: a tal proposito consiglio cetrioli o carote che sono ottimi come spuntino, si sbucciano facilmente e possono essere consumati senza difficoltà.

La frutta non deve mai mancare e una bella macedonia – preferibilmente senza zucchero – è senza dubbio ideale da mangiare in spiaggia.

Infine, i gelati, sono ottimi come merenda, soprattutto per i bambini.

Foto | Le foto di GrimmoOslo In The Summertimechadmiller via photopin cc

  • shares
  • Mail