La ricetta della frittura di pesce e i suggermenti per renderla croccante

La frittura di pesce mista è un piatto gustoso, ideale per una cena estiva. Vediamo come realizzarlo al meglio ed ottenere un risultato finale ottimo con alcuni piccoli accorgimenti.

Il fritto è un tipo di cottura molto calorica è sconsigliata per chi segue un regime ipocalorico, perché molto grasso. Chi non deve sottostare a diete o chi vuole concedersi uno sfizio invece può invece godersi una bella frittura in santa pace.

Quale frittura è più gustosa di quella di pesce? Vediamo come realizzarla con qualche piccolo trucco per un risultato strepitoso.

Ingredienti: triglie 250 g, pesciolini 150 g, calamari 150 g, seppie 150 g, gamberi 200 g, farina 300 g, 4 uova, birra chiara 200 ml, olio di semi, sale, 1 limone.

Per prima cosa realizzate la pastella e poi preparate i vari pesci per la frittura. Lavate le seppie e i calamari sotto l'acqua corrente, rimuovete i ciuffi dei tentacoli e il becco. Svuotate le sacche e risciacquatele per bene. Tagliatele poi ad anelli le sacche e i ciuffi più grossi in 3 parti. Per quanto riguarda le triglie, svuotatele delle interiora, eliminate la testa e la lisca centrale e rimuovete le squame, in modo da avere due filetti per ogni pesce.

A questo punto versate abbondante olio di semi in padella, fatelo scaldare sul fuoco. Quando sarà ben caldi immergete le triglie nella pastella poi nell'olio. Friggete i filetti per un paio di minuti per poi scolarli, fateli asciugare su carta assorbente da cucina. Per i gamberi fate lo stesso procedimento ma lasciateli in frittura un minuto in più. Le seppie e i calamari prevedono 4 minuti di cottura, mentre i pesciolini 1 minuto. usate il limone per irrorare il tutto.

Vi consiglio di friggere ad una temperatura di almeno 165° gradi con la pastella e gli ingredienti che devono essere freddi di frigorifero in modo che l’olio caldissimo formerà una crosta molto croccante all'esterno e morbido all'interno.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail