Ricette antipasti di Natale: i crostini bianchi e neri

Ricette antipasti di Natale: i crostini bianchi e neriToscana e Umbria sono, in certo senso, la patria dei crostini: un pranzo che si rispetti deve iniziare con dei crostini, fatti secondo tutte le regole. Anche il pranzo di Natale, quindi, è tradizione che si apra con dei crostini. Quelli “bianchi” e “neri” sono squisitamente toscani. Eccone la ricetta (o almeno una versione, visto che ogni famiglia ha la sua).

Per i crostini neri occorrono: 100 g di fegatini (o 1 fegatino di pollo e 1 di cappone), 50 g di prosciutto crudo, 1 cipolla, 1 carota, 1 costa di sedano, prezzemolo, brodo di cappone q.b., fette di pane casareccio raffermo (di almeno 5 giorni!), olio extra vergine d'oliva.

Fate un battuto con il prosciutto, la cipolla, la carota, la costa di sedano e il prezzemolo e versatelo in un pentolino nel quale avrete messo a scaldare dell'olio; quando il trito inizierà a prendere colore, aggiungetevi i fegatini e fate cuocere per un paio di minuti a fuoco dolce. Girate quindi i fegatini, fateli cuocere per altri due minuti e toglieteli dal pentolino. Tritateli finemente con un coltello e metteteli nel pentolino, aggiungendo un paio di cucchiai di brodo di cappone; fate cuocere per 5 minuti al massimo e spegnete. Nel frattempo preparate delle fette di pane alte circa 1 centimetro, bagnatele con il brodo di cappone e spalmatevi il composto di fegatini. Quindi serviteli, tiepidi.

Per i crostini bianchi occorrono: 70 g di burro, acciughe (calcolate mezza acciuga a crostino), pane (non molto duro). Spalmate il burro sul pane e ponete su ogni crostino mezza acciuga. Semplice, no?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail