Natale nel mondo: bisque di gamberi al dragoncello dalla Francia

Il Natale è forse la festa più internazionale, celebrata, con sfaccettature diverse, dal sacro al profano, ai quattro angoli del mondo. Ho pensato, quindi, che potrebbe essere interessante qualche piccola incursione nei piatti tipici che si cucinano all’estero mentre noi siamo alle prese con capitone, brodo e cappone. Iniziamo con la Francia e con un primo: bisque di gamberi al dragoncello, pardon, estragon!

Cosa vi occorre per 6 persone: 1 kg di gamberi, 90 g di burro, 3 scalogni, 3 cucchiai di concentrato di pomodoro, ½ l di brodo vegetale, 2 cucchiai di farina o di riso, 3 dl di panna fresca, 1 cucchiaio di foglie di dragoncello, 1 dl di vino bianco dolce o di cognac, sale e pepe q.b.

Come si prepara: sciogliete il burro in una casseruola, unite gli scalogni tagliati a metà e cuocete a fiamma bassa per 5 minuti. Aggiungete i gamberi, irrorateli con il vino e fateli andare per 3-4 minuti. A questo punto togliete i gamberi, sgusciateli (tranne 6)e rimetteteli sul fuoco aggiungendo la farina pian piano con il setaccio e il concentrato di pomodoro sciolto in qualche cucchiaio di brodo. Unite infine tutto il brodo, cuocete per 6-7 minuti, poi la polpa di gamberi e 2 dl di panna. Aggiustate di sale e pepe e passate al mixer. Distribuite la crema in apposite tazze e servite con al centro di ognuna un cucchiaio di panna appena montata, una spolverata di dragoncello e una delle code di gambero tenute da parte.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail