La tartare di salmone con la ricetta facile da fare

La tartare di salmone è un'ottima ricetta che possiamo sempre portare sulle nostre tavole in ogni occasione, per fare bella figura con i nostri commensali: tantissimi i modi con i quali possiamo presentarla in tavola.

tartare di salmone

La tartare di salmone è una ricetta ideale per poter portare in tavola un piatto di pesce gustoso e nemmeno troppo difficile da realizzare. Le ricette a base di salmone sono sempre ideali per ogni occasione, per fare bella figura con i nostri ospiti con un gusto semplice e con un pesce facile da trovare in commercio e da pulire.

La tartare di salmone non è tanto difficile da realizzare e possiamo servirla, ad esempio, su un letto di insalata, che avremo condito, in accompagnamento a delle fettine di pane di segale o di crostini cotti al forno.

Gli ingredienti per realizzare una tartare di salmone per 4 persone sono i seguenti:


    600 grammi di filetto di salmone fresco
    1 limone
    3 cucchiai di olio evo
    1 cipollotto
    1 cucchiaino da caffè di senape inglese in polvere
    1 cucchiaio di aneto fresco tritato
    sale
    pepe bianco
    insalata e pane di segale come accompagnamento

Andiamo a realizzare la tartare di salmone: per la preparazione ci andrà una mezz'oretta e altri 30 minuti per farla riposare.

Spellate con cura il filetto di salmone, togliendo le spine con l'aiuto di una pinzetta. Sciacquatelo, pulitelo, asciugatelo e tagliatelo a strisce e poi a cubetti.

Preparate una salsa con due cucchiai d'olio, il succo di limone, la senape, il sale e il pepe: unite la salsa al salmone, insieme alla parte bianca del cipollotto, che avrete tritato finemente, e all'aneto. Mescolate e fate riposare mezz'ora in frigorifero.

Ricette di pesce: la tartare di salmone


09 dicembre 2010 - a cura di Roberto Russo

Ricette di pesce: la tartare di salmone

La tartare è una tecnica per preparare delle pietanze (carne, pesce o verdure) crude; si distingue dai carpacci perché gli ingredienti sono tritati grossolanamente con il coltello. Stando alla leggenda il nome deriva dai tartari dell'Asia centrale che, non avendo tempo per cucinare, mettevano la carne sotto la sella dei cavalli in modo da trovala pronta a momento di mangiarla. Una tartare classica è quella di salmone, che può essere lodevolmente inserita nel cena della vigilia di Natale.

Per quattro persone occorrono: 500 g di filetto di salmone, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaino di senape, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 limone, sale, pepe.

Squamate il salmone e toglietegli la pelle, eliminate le parti grasse e quelle scure; tagliate il salmone a fettine sottili, pepate, salate leggermente e condite con pochissimo olio; aggiungete, quindi, un pizzico di senape, della scorza di limone, un po' di prezzemolo e tritate il tutto con il coltello. Versate il composto in uno stampino leggermente oliato, fate insaporire per pochi minuti e sformatela nel piatto da portata, guarnendo con del radicchio rosso e dell'erba cipollina.

Foto | da Flickr di nikchick e di visualities

  • shares
  • Mail