Le 5 ricette che si mangiano solo a Natale – N.5 Il brodo di cappone

28 Dicembre 2010



Non so voi, ma io il cappone lo vedo nei reparti della carne solo in questo periodo. In verità l’ho scoperto solo da qualche anno, ma è subito entrato di diritto nella tradizione del menu natalizio. O post-natalizio; perchè il cappone lessato è un fantastico passe-partout per chi ama i pasti leggeri.

E il suo brodo ricco e saporito da’ una nota corposa ai cappelletti, ai passatelli o alla vostra pasta in brodo preferita. La sua carne rimane tenera e prelibata anche perchè si tratta di un gallo castrato, che quindi cresce di più in dimensioni e mantiene una certa “morbidezza”; celebre è il cappone di Morozzo, nella zona di Cuneo in Piemonte, che deve essere assolutamente allevato a terra e fa parte di un presidio di Slow Food.

Comunque, una volta che avete i vostri bravi raviolini e via dicendo, preparate il suddetto brodo disponendo in una capace pentola: mezzo cappone, una cipolla, una carota, un gambo di sedano, un po’ di prezzemolo, sale, pepe, un pizzico di cannella, ricoprite di acqua fredda e fate cuocere per almeno 2 ore. Poi filtrate il brodo in un colino fine, ora è pronto per essere sorseggiato (anche da solo) oppure potete congelarlo in monoporzioni da utilizzare per le vostre zuppe nel mese che segue.

I Video di Gustoblog: Julia Child The French Chef- The Lobster Show