Trieste: pasticcerie e caffe'

Leggendo la rivista Viaggiatori, in cerca di itinerari per il nuovo Travelblog, sono incappato in una visita di Trieste con buoni suggerimenti di caffè e pasticcerie.
Trieste è una città gattosa, lenta, scettica. Sono tante le culture ed il senso del passato che premono, che a volte schiacciano. Nasce lontano dai modelli italiani, con una grande nostalgia del grembo materno: ma nell'insofferenza, nei rapporti ruvidi con gli stranieri di casa sa essere insieme europea e provinciale. Il suo passato è lì, all'orizzonte: il fantasma di Miramare, con il finto castello gotico, in cui abitò il finto imperatore del Messico Massimiliano e il suo amore Carlotta. Qui si vive in un quotidiano pieno di caffè, geometria dello spazio e del tempo. C’è un caffè dal 1914, il San Marco dove vi ritrovavano letterati e intellettuali triestini e stranieri, Saba, Joyce, Rilke e S

  • shares
  • Mail