Le ricette di recupero: il riso al salto.


Di solito il riso al salto si fa con il risotto allo zafferano, ma viene molto buono anche con il riso alla parmigiana, allo champagne, e più o meno con tutti i risotti del giorno prima. Come molte ricette di recupero, parte dalla tradizione della cucina povera ed è un classico soprattutto delle zone pianeggianti dove la coltivazione del riso ha sempre abbondato.

Anticamente si preparava in una padella di ferro, voi prendete il vostro avanzo di risotto, che magari vi è rimasto lì a languire in frigo da ieri e scaldate bene una padella antiaderente con un goccio d'olio EVO; schiacciate il riso con un cucchiaio bagnato (perchè non si attacchi) e lasciatelo cuocere per 10 minuti per parte a fuoco medio.

Meglio non mantecarlo troppo con burro e formaggio se volete ottenere una consistenza ottimale e non "pasticciare", tuttalpiù potete sempre aggiungere delle scaglie di formaggio o del pan grattato a fine cottura.

  • shares
  • Mail