Gusto-regali

Questo post potrebbe essere utile, salvatelo nei vostri bookmark.

Si parla infatti di idee regalo diverse dal solito. E quindi è particolarmente indicato ai privi di fantasia, oltre, ovviamente, a chi ama il buon cibo e la buona cucina.

Il post è della forse un po' sopravvalutata Clo di Chocolate & Zucchini, e racconta i regali ricevuti per il suo compleanno.

Ecco cosa è arrivato alla fortunata neo-ventiseienne, e che può rappresentare una buona idea per i regali che mettono in crisi di fantasia (e di memoria, per evitare di riproporre per due volte le stesse cose)


  • verdure particolari, primizie perfette (solo per i veri amanti del genere, se no qualcuno potrebbe offendersi a vedersi regalare uno zucchino, che invece a voi è costato 15 euro...)

  • una superpentola, di quelle che noi non ci compreremmo mai. In questo caso è indispensabile una manovra tattica preventiva per far conoscere i propri gusti al futuro regalatore...

  • fiori di zucchero, decorazioni fatte di petali di fiori cristallizzati che possono anche essere usati per aromatizzare le bevande

  • cioccolato firmato. E qui, lasciatemi precisare: da brava torinese spesso regalavo cioccolato "firmato" (una volta Peyrano, adesso non più, un po' per il motivo che sto per esporre, ed un po' perché non mi è piaciuta la svendita del marchio). Ma se il regalo era destinato a qualcuno non avvezzo ai costi della "firma", sembrava sempre un pensierino da poche lire. Chi riesce a far capire che la scatoletta di 200 grammi di cioccolato, apparentemente dallo stesso gusto di quello che si compra al supermercato, in realtà è costata quasi 20 euro ? Quindi meglio evitare, tanto al palato normale Peyrano o Lindt pari sono. Il Peyrano, o Gobino, meglio comprarseli per se

  • un macinapepe da usare con una mano sola

  • oggettistica varia da cucina, ma super-raffinata e super-ergonomica
  • shares
  • Mail