Ricette cinema: la sogliola alla mugnaia di Immaturi

Mi ha incuriosito, preparando questo post, scoprire che la sogliola alla mugnaia, uno dei piatti più semplici ma insieme più gustosi, grazie al quale si riesce con facilità a far mangiare pesce anche ai più piccoli, è una specialità della cucina francese. Nell’immaginario collettivo (scrivetemi se pensate il contrario) è una pietanza rassicurante, forse un po’ banale, che però ci ricorda quando eravamo bambini, il calore della famiglia e della mamma… certo è d’accordo con noi lo sceneggiatore di Immaturi, film attualmente nelle sale, che in una esilarante scena con il protagonista-bambacione che a 40 anni vive ancora benissimo con mamma e papà, la inserisce come simbolo, quasi, del rapporto morboso instaurato dal personaggio che assolutamente si rifiuta di crescere.

Cosa vi occorre: 2 sogliole, 50 g di burro, farina, prezzemolo tritato, succo di limone e sale q.b.

Come si preparano: infarinate per bene le sogliole da entrambe le parti, tenendo presente che questa operazione, pur facile, in realtà è fondamentale per la riuscita croccante e dorata del piatto. Scaldate in padella 20 g di butto, mentre il restante lo mescolerete a parte con il succo di mezzo limone e il prezzemolo tritato. Cuocete le sogliole in padella per 3-4 minuti, quindi giratela e aggiungete il resto della salsa (senza finirla) un po’ per volta in modo che non si bruci. Quando il pesce sarà pronto, aggiustate di sale e servite caldo accompagnato con mezzo limone. La ‘morte sua’ sarebbe un contorno di broccoli o di purè di patate.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail