Ricette cinema: il sandwich al tonno di A beautiful mind

Uno splendido e (raramente) espressivo Russell Crowe dà vita, anzi, tutte le vite che vive il matematico John Nash, premio Nobel nel 1994. La storia di A beautiful mind inizia nel 1947 quando Nash è un brillante studente universitario ed elabora una teoria rivoluzionaria sulla competizione che lo farà accedere all’Olimpo dei matematici. Purtroppo, però, la sua vita felice accanto alla moglie (che gli sarà sempre vicina) viene minata dall’interno dalla schizofrenia, di cui scoprirà di essere affetto. Il tema dello scienziato pazzo è un classico del cinema fin dagli albori, ma questo film fa molto di più: oltre a portare sullo schermo un matematico (figura di per sé non molto cinematografica) ha il grande pregio di aver affrontato per la prima volta il delicato tema della malattia mentale e dell’emarginazione sociale che troppo spesso gli si accompagna. Il sandwich era, ovviamente, il preferito di Nash in pausa pranzo.

Cosa vi occorre per 2 persone: 8 fette di pane tipo carré bianco o con cereali, 200 g di tonno, 2 uova, cetriolini sottaceto e maionese q.b.

Come si preparano: togliete la crosta alle fette di pane, quindi spalmatelo con la maionese. Tagliate i cetriolini a fettine e lessate le uova, tagliando anche queste a fette una volta freddate. Cospargete la metà delle fette di pane con il tonno ben strizzato e sbriciolato, coprite con alcune fettine di cetriolini e di uovo sodo e completate il sandwich chiudendolo con un’altra fetta di pane. È un ottimo panino da portare al lavoro come pranzo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail