Cucina russa a Carnevale: le frittelle rosse

Piccole o grandi, le frittelle, come abbiamo detto la settimana scorsa, sono le regine della tavola russa nei giorni del Carnevale. Tra l’altro, dice la tradizione, la cottura di focacce e frittelle in questo periodo caccia il freddo, saluta l’arrivo della primavera e delle allodole, primi messaggeri della stagione mite, un po’ come da noi le rondini (nella lingua russa i termini ‘frittella’ e ‘allodola’ hanno un suono simile).

Cosa vi occorre: per la pasta lievitata grezza usate 300 g di farina, 25 g di lievito, 0.5 l di latte cotto in forno. Per la pasta definitiva: 5 rossi d’uovo e 5 chiare usate separatamente, 150 g di burro, 300 g di farina, sale e zucchero q.b.

Come si preparano: per preparare la pasta grezza, unite il latte tiepido alla farina e al lievito, mescolate e conservate per un’ora-un’ora e mezza in un posto caldo. Quando l’impasto sarà gonfio, preparate la pasta definitiva aggiungendo il burro, i rossi d’uovo, lo zucchero e il sale e l’altra farina setacciata. Mettete di nuovo a riposare in un posto caldo. Quando la pasta si gonfierà per la seconda volta, unite le chiare montate a neve, aspettate 15 minuti ancora e poi usate il composto per friggere le frittelle.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail