È siciliana la cucina migliore d’Italia… o no?

13 Marzo 2011
di roby


In epoca di imminenti festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, in cui continuiamo a dire (perché ci crediamo!) che ovunque si vada nel nostro Paese s’incontrano bellezze naturali, artistiche e golosità gastronomiche, l’XI edizione degli Internazionali d’Italia di cucina incorona la cucina siciliana la migliore del Belpaese.

Posso solo immaginare quanto sia stato arduo raggiungere un verdetto per i giudici della gara, assaggiando pasta alla Norma o con le sarde, involtini di pesce spada, cannoli, cassate e quant’altro, ma si sa, è la dura legge della competizione: un vincitore ci deve essere. A spuntarla stavolta, quindi, è stata la squadra di cuochi Culinary Team di Palermo che si è imposta su tutte le altre.

Numerosi altri trofei, però, sono stati consegnati: nella sezione a squadre, in cui l’Emilia Romagna ha vinto il premio per la cucina artistica, mentre il Veneto, con un ensemble proveniente da Padova, ha trionfato nella gara di interpretazione della cucina mediterranea.

Last, but not least, le prove dei singoli: lo chef più creativo nei primi piatti è Giovanni Speciale da Ciminna (ancora Palermo); per i secondi Girolamo Brescia di Padova. Il miglior primo della cucina mediterranea è stato preparato, invece, dal ticinese Cristian Nicoletti; il secondo da Eros Vicentini. Il miglior pasticciere d’Italia viene da Cosenza e si chiama Domenico Spatafora.

Foto | Flickr

I Video di Gustoblog: Crema pasticcera al limone