150 anni dell’Unità d’Italia: il menu che unisce

17 Marzo 2011
di roby


Si è sentito di tutto su questa festa dell’Unità d’Italia, che quest’anno compie 150 anni: addirittura, ed è stato molto triste, c’è chi gli si è sollevato contro, non riconoscendola e non volendola festeggiare. Noi siamo di tutt’altro avviso e quindi oggi proponiamo un menu che unisce, cioé un pranzo che si compone ‘pescando’ dalle cucine tradizionali di nord, centro e sud.

Per celebrare la pasta, che è ciò che ci distingue come italiani e che ha fatto grande la dieta mediterranea nel mondo, andiamo in centro Italia, dove si può trovare praticamente di tutto: dalla pasta lunga come i maccheroni alla chitarra tipici dell’Abruzzo (ottimo il condimento con le ‘pelose’ ossia i granchi) a quella corta, come i malloreddus sardi, che potrete condire con la panna, il pecorino locale, il sugo con la salsiccia e perfino gratinare al forno con spinaci e bietole. Dall’Umbria, invece, provate gli umbrici (appunto) al tartufo, oppure un piatto quasi unico come i vincisgrassi marchigiani, che sono una specie di lasagna.

Il nord ci trasporta nell’universo dei secondi piatti, per i quali abbiamo solo l’imbarazzo della scelta: dallo zampone e bolliti vari che troviamo in Emilia Romagna, saliamo agli ossibuchi lombardi, con quel sughetto inconfondibile e il midollo che in cottura condisce il risotto allo zafferano qui in funzione di contorno. Dalla Liguria arriva un’ottima cima alla genovese, tasca di vitella ripiena di odori, mentre il Veneto ci regala, tra le altre, una specialità marinara: il baccalà, che viene servito mantecato con la polenta.

Chi alla gola non sa proprio resistere, troverà appagamento nel sud del Belpaese, dove fare bene i dolci è praticamente un obbligo. Dai taralli dolci di patate della Puglia ai bocconotti ripieni di ogni ben di Dio che si trovano in Calabria, si arriva al trionfo della ricotta: la pastiera napoletana (tra un po’ è Pasqua, quindi siamo in ‘alta stagione’), i cannoli e la cassata che si sciolgono in bocca, prima ancora che al sole della loro patria, la Sicilia.

Foto | Flickr

I Video di Gustoblog: strudel al cioccolato [COOK-MONI]