Cucina russa a Pasqua: le frittelle degli zar

Last but not least di questa solenne preparazione culinaria alla Pasqua in quel di Russia, sono le frittelle degli zar, una vera prelibatezza delle tavole dei ricchi e dei nobili, tanto da diventare un vero e proprio status symbol. In realtà non sono un piatto difficile né particolarmente ricco: quello che fa la differenza è che si tratta di una ricette tipica per frittelle che accompagnano caviale, salmone o altri pesci pregiati.

Cosa vi occorre per la pasta di base: 500 g di farina, 50 g di lievito, 0.5 l (o un po’ di più) di latte. Per l’impasto definitivo: 6 chiare d’uovo, 200 g di burro, 500 g di farina, 300 g di panna montata, sale e zucchero q.b.

Come si preparano: preparate la pasta base mescolando la farina, il lievito e il latte. Quando l’impasto sarà cresciuto, aggiungete i tuorli che avrete sbattuto insieme al burro. Unite, quindi, il sale e lo zucchero a piacere e il resto della farina passata al setaccio. Lavorate ancora la pasta e fatela riposare per 40-60 minuti al caldo. Quando la pasta sarà cresciuta di nuovo, unite la panna frullata con le chiare e mescolate velocemente dal basso verso l’alto. Usando come dose un mestolino, cuocete le frittelle in una padella antiaderente a misura e servitele calde per accompagnare il caviale o pesci affumicati come salmone o storione.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail