Ricette cinema: il chili piccante di Svalvolati on the road

Un road movie un po’ sui generis questo Svalvolati on the road, traduzione piuttosto infelice, come troppo spesso capita, di ‘Wild Hogs’, film con John Travolta del 2007. È la storia di quattro amici di mezza età che in piena crisi decidono di tornare a inforcare le loro vecchie Harley e di guidare verso la California alla ricerca della loro giovinezza perduta. Peccato, però, che la vita sedentaria li abbia, loro malgrado, definitivamente vinti e così tra una figuraccia e l’altra finiscono per mettersi seriamente nei guai quando incontrano la banda di motocilisti malvagi dei Del Fuegos che rubano una delle loro moto. Per recuperarla sfasciano inavvertitamente il loro bar, fatto che scatena le ire della banda che prende a inseguirli fino alla cittadina di Madrid dove si sta svolgendo il festival del chili e dove i protagonisti possono gustare questo meraviglioso, piccantissimo piatto. Altro che fuego…

Cosa vi occorre: 1 kg di carne macinata di manzo, 2 latte di fagioli neri scolati e risciacquati, 1 latta di mais scolato e risciacquato, 1 lattina di pelati, 1 lattina di concentrato di pomodoro, 2 tazze d’acqua, 2 peperoncini tipo jalapeno e 1 tipo habanero, ½ cipolla, 2 spicchi d’aglio, 2 cucchiai di farina, 1 cucchiaio di pepe di Cajenna macinato, 4 cucchiai di peperoncino chili, 1.5 cucchiaini di sale, 1 cucchiaino di pepe nero macinato, 2 cucchiaini di zucchero (opzionale).

Come si prepara: cuocete la carne in un tegame a fuoco medio sgrassandola via via, fino a che non sarà cotta. In un’ampia ciotola mescolate i fagioli, il mai, i pelati e il concentrato di pomodoro e allungate con un po’ d’acqua. Portate a ebollizione e poi riducete piano piano. Nel robot da cucina tritate insieme i peperoncini habanero e jalapeno con aglio e cipolla, quindi aggiungeteli al pomodoro e unitevi anche la carne. Aggiungete la farina e aggiustate con il pepe di Cajenna, il chili, il sale, il pepe e lo zucchero. Fate cuocere per 45 minuti o fino a un’ora, mescolando di tanto in tanto. Servite caldo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail