Vitigni & Vini. Zweigelt.

zweigelt vitignoInizio con lo scusarmi per la qualità di questa foto, ma sembrava esser venuta nitida. Quel che più ci interessa però è parlare di questo vitigno decisamente poco conosciuto. L'uva è a bacca rossa, ma nel bicchiere la colorazione si avvicina più ad un rosa chiaretto che non ad un rosso.

Il colore poco marcato ci riconduce subito al nord ed in effetti è un vitigno originario dell'Austria, frutto di un incrocio tra i vitigni Blaufrankisch e Saint Laurent, per opera del dottor Zweigelt appunto, nel 1922. L'azienda che lo produce e che ho assaggiato, si trova in Alto-adige tra Bressanone e Bolzano, Velturno per essere precisi, ma ce ne sono altre che lo lavorano.

Il vino che ne scaturisce è fresco, abbastanza persistente, dal corpo meno esile di quel che ci si aspetterebbe dall'esame visivo che precede quello gustativo. Dopo l'impatto di frutti quali: ciliegie, ribes, lamponi ecc, emergono perfino note di idrocarburi intriganti e non invadenti. Alla fine si tratta di un vino molto gradevole, dal corpo non possente ma flessuoso, che fa dei sui frutti rossi e del suo tannino docile, un nettare di bacco perfetto per le caldi estate.

  • shares
  • Mail