Festa della Repubblica: il risotto alla Verdi

La Festa della Repubblica quest’anno assume una rilevanza particolare, essendo l’anno in cui si festeggiano anche i 150 anni dell’Unità d’Italia. Quindi anche noi vogliamo sottolineare quel gusto (appunto) particolare che ci unisce, proponendo questo risotto di lunga tradizione, la cui ricetta era la preferita da Giuseppe Verdi, perciò restiamo in pieno Ottocento e prepariamoci a leccarci i baffi!

Cosa vi occorre per 2 persone: 300 g di riso Carnaroli, ½ cipolla, 50 g di burro, 60 g di porcini (se non li trovate vanno benissimo funghi coltivati misti), 60 g di punte d’asparagi, 60 g di prosciutto crudo a cubetti, 1 latta piccola di pelati, 1 confezione piccola di panna da cucina, brodo di carne q.b., parmigiano grattugiato e foglie di salvia per guarnire il piatto.

Come si prepara: fate appassire la cipolla affettata in metà del burro, quindi aggiungete i funghi ben puliti tagliati a tocchetti e le punte di asparago appena scottate in acqua. Dopo un po’ che rosolate, aggiungete il prosciutto e infine i pelati. Nel frattempo tostate il riso con il resto del burro in un tegame per 5 minuti, poi cominciate ad ‘allungarlo’ con il brodo fino a cottura. A questo punto spostate il riso nel condimento, mantecate per 2 minuti e a fuoco spento aggiungete la panna a filo. Servite all’onda decorando i piatti con le foglie di salvia e con parmigiano grattugiato a parte.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail