I 10 miti da sfatare per la merenda dei bambini

Sono venuta su in mezzo alle leggende metropolitane. I miei mi hanno rintronato la testa di divieti, tanto assurdi quanto inutili, di cui sono riuscita a liberarmi solo nel corso degli anni.

Ben vengano quindi i dossier che nascono per far luce nelle confuse e frastornate menti delle giovani mamme.

Questo è del New York Daily News, e si occupa dei 10 miti delle merendine dei bambini (quelle che si portano a scuola, in particolare). Vediamoli:


  1. il panino è la scelta migliore: non sempre è vero, dato che i buoni panini spesso chiedono di rimanere in frigo. Vanno vene cracker, bastoncini di formaggio, carote o frutta

  2. una bevanda "100% vitamina C" è sana per la merenda: meglio non cascarci come dei polli, e scegliere piuttosto per succhi 100% frutta

  3. le mortadelle sono tutte uguali, come i salumi, quindi se ne può usare una qualsiasi (e qui noi italiani capottiamo dal ridere): ovviamente non è vero, meglio scegliere quelle con meno sale aggiunto

  4. una lattina di bibita al giorno non è un problema: falso, ne basta una al giorno per aumentare il rischio d'obesità del bimbo del 60%, meglio l'acqua gasata

  5. l'uvetta è dannosa per i denti: boh, a parte che non ne vediamo tutto 'sto problema, pare che gli studi siano discordi, anzi, che qualcuno affermi che combatte la carie

  6. il tonno va bene tutti i giorni: insomma, e soprattutto, non va innaffiato di maionese, e, addirittura, dice la nutrizionista, meglio non esagerare col tonno per i bambini perché contiene parecchio mercurio (boh, boh...)

  7. i salatini possono essere mangiati in quantità perché non sono dolci: embeh ? Già a naso pare una cavolata (ed il lettore italiano capisce sempre meglio perché gli americani sono così colpiti dall'obesità, se credono in cavolate come queste), e comunque questo non vuol dire che se ne possano mangiare a bizzeffe

  8. un panino con il formaggino è un pasto ad alto contenuto proteico: il panino ha molti carboidrati, e comunque è meglio introdurre anche fibre nel pasto del bambino

  9. i bambini devono mangiare verdura, nei pasti a scuola: bene, facendoglieli gradire, con piccoli pinzimoni portatili o zuppe nei termos

  10. i bambini non bevono acqua naturale a pranzo: male. Meglio dargliela, anche gasata, ma dargliela.

Ovvietà. Decisamente. Mase ne parla, e ci si preoccupa. Intanto, meglio i "lunchbox" delle merendine nostrane, almeno come principio.

  • shares
  • Mail