Parliamo di ... roast beef

roast beefIl famoso roast beef anglosassone in Italia prende il nome di controfiletto, anche se ormai è conosciuto anche col suo nome inglese ed è un taglio pregiato del bovino, tenero e succoso. Si può chiamare controfiletto solo se il pezzo è disossato, mentre prende il nome di lombata se ha l'osso. Il termine roast beef, invece, vuol dire letteralmente e semplicemente "carne arrosto".

E' sempre preferibile acquistare il controfiletto in un pezzo unico; tagliato a fette o a cubetti, infatti, la sua carne degenera molto prima. Per conservarlo più a lungo, bisogna metterlo in un contenitore per alimenti con della carta da cucina sotto, oppure conviene marinarlo con un filo d'olio ed un mix di erbe intere e spezie in grani, tra cui pepe e bacche di ginepro su tutte.

E' la carne per eccellenza adatta per gli arrosti e richiede cotture veloci e a temperature non propriamente basse. Pensate che per un arrosto semplice, con un pezzo di circa 1Kg., basta scaldare il forno a 220° C e cuocere per soli 15 minuti, per poi abbassare la temperatura a 170° C e continuare per altri 20.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail