E' arrivato Slashfood

Mi sentivo sola. Gustoblog è stato uno dei primi blog di un nanoeditore che parlasse di cibo.

Di food-blog ce ne sono tanti, ma di progetti di nanoeditori... pochi. Ed in fondo è comprensibile. Il cibo e la cucina non sono argomenti da geek, da tech addicted. Se ne occupano e ne sono interessate persone che i feed rss a mala pena li conoscono, signore che sabato e domenica spengono il PC, altre persone che preferiscono cucinare allo starsene impallati davanti al monitor.

In Italia, poi, il cibo è un argomento come il calcio, e quindi spazio ai forum piuttosto che ai blog. Ed infatti tutti ad azzuffarsi contro chef straniti al Gambero Rosso, o in tanti altri posti dove si chiede la ricetta e te la danno. E questo è bello.

Poi è arrivato Directo al Paladar, in spagnolo, e ne sono stata contentissima.

Adesso è la volta di Slashfood, della squadra Weblogs Inc. Ed è ancora meglio.

Perché è bello leggere cose d'altri. Non è competizione, io non la vedo così. C'è spazio per tutti, e più si è, più si hanno notizie da riportare (magari citando le fonti senza vergogna e senza paura di regalare click ad altri, perché, ripeto, spazio ce n'è per tutti), e più si risponde ad una domanda che, con l'aumentare dell'offerta, chissà, forse crescerà.

Intanto nei giorni vedo che aumenta il numero di chi ha iscritto Gustoblog sul proprio bloglines, e ne sono contenta, ed una volta mi piacerebbe anche scoprire chi sono i lettori, conoscerli meglio, e per questo li incoraggio già oggi, e lo rifarò in un momento meno vacanziare, affinché si "palesino" nei commenti o via mail.

Intanto, benvenuto a Slashfood !

  • shares
  • Mail