L'arte del riciclo per preparare piatti gustosi a costo zero

L'arte del riciclo per preparare piatti gustosi a costo zeroParte da una constatazione Sara Covatti, autrice del libro Low cost in cucina: stando agli studi, risulta che “gli americani lasciano nei rifiuti, ogni anno, il 40 per cento del cibo prodotto, con una perdita di oltre 100 miliardi di dollari”. Vale a dire, come nota la Covatti, che “se devi cucinare per quattro persone, allora cucini per sette, e il resto finirà nel pattume”. Giustamente l'autrice si dice scandalizzata e la domanda nasce spontanea: “Faccio anche io così?”. Chiediamocelo: facciamo anche noi così?

Spinta da questa situazione Sara Covatti – madre di due bimbi e insegnante di yoga – non se ne è stata con le mani in mano e ha iniziato a razionalizzare il proprio modo di fare spesa, di preparare i cibi, di gestire la cucina. È nato, così, questo libro dal titolo Low cost in cucina. L'arte del riciclo per preparare piatti gustosi a costo zero, edito da Aliberti, che ho trovato molto interessante soprattutto per l'intelligenza e la novità delle ricette proposte. Non ci si limita alla classica frittata con la pasta avanzata, ma si propongono ricette originali e gustose proprio in un'ottica low cost e per il rispetto reciproco (e, ovviamente, il libro stesso è stampato su carta carbon free).

Abbiamo così 65 ricette divise per generi alimentari (carne, cioccolato, formaggio, frutta, latte e yogurt, pane, panettone e pandoro, pasta, pesce, polenta, riso e verdure) oltre a sei menù da mettere in pratica senz'alcuna esitazione (menù per il giorno dopo Natale, dopo Capodanno, dopo Pasqua, dopo Ferragosto, dopo la grigliata e per il giorno del vostro compleanno).

Come ogni low cost che si rispetti, il costo zero inizia da prima di mettere piede in cucina. Sara Covatti, infatti, propone una sorta di pro-memoria delle cose da fare fin dalla spesa, in modo da poter veramente imparare “l'arte del riciclo per preparare piatti gustosi a costo zero”. Ecco alcuni consigli:


  • nel fare la spesa privilegiate i prodotti di stagione (e, meglio ancora, se avete spazio, provate a coltivare voi direttamente alcune verdure);

  • nel fare la spesa prestate attenzione ai formati: meglio comprare poco e spesso che farlo tanto e raramente (con il rischio di buttare il cibo andato a male);

  • privilegiate la filiera corta;

  • evitate i prodotti con imballaggi e i sacchetti di plastica;

  • in cucina sostituite la pellicola trasparente e l'alluminio con contenitori riutilizzabili;

  • usate strofinacci, spugne e asciugapiatti al posto della carta assorbente;

  • bevete acqua del rubinetto;

  • preferite le cotture brevi e riutilizzate l'acqua di cottura (quella della pasta, per esempio, è eccezionale per lavare i piatti);

  • differenziate i rifiuti;

  • conservate gli avanzi in frigorifero.

Io, intanto, vado a preparare il latte di Buglione (“una vera e propria marmellata di latte” da spalmare sul pane), ricetta che mi intriga tantissimo.

Sara Covatti
Low cost in cucina.
L'arte del riciclo per preparare piatti gustosi a costo zero

Aliberti, 2011
pp. 192, euro 14,00

  • shares
  • Mail