Secondi di pesce: trance di verdesca in agrodolce

Per la serie ricette di fine stagione, come qualcuno di noi le ha chiamate, oggi vi propongo questo secondo di pesce che non ‘finisce’ come la verdura, ma che catalogo tra i piatti estivi vista la natura della verdesca, che ha un sapore di vacanze esotiche. Per l’inverno potete sostituirla con il pangasio: risultato egualmente appetibile, anche perché l’agrodolce non passa mai di moda.

Cosa vi occorre: 4 trance di verdesca, 2 tuorli d’uovo, 2 cipolle, 2 limoni, 2 cucchiai d’aceto, 2 cucchiai di zucchero di canna, sale e pepe q.b.

Come si preparano: strofinate le trance di pesce con sale e pepe e sistematele in una pirofila coperte dalle cipolle tagliate a fettine sottili. Versatevi sopra acqua bollente fino a coprire interamente le trance di verdesca, quindi chiudete la pirofila con l’alluminio e infornate a 160° per circa 25 minuti. A cottura ultimata sistemate il pesce in un piatto da portata togliendo la cipolla. Filtrate il liquido di cottura cui aggiungerete l’aceto, lo zucchero e il succo di limone, facendo ridurre il tutto sul fuoco. Intanto sbattete i tuorli con un cucchiaio di liquido e poi uniteli al resto cuocendo a bagnomaria e mescolando finché la salsa non si addenserà. Versatela, infine, sul pesce, lasciate raffreddare e mettete in frigo per due ore prima di servire.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail