Dall'orto alla tavola. Come mangiare bene a chilometro zero

Dall'orto alla tavola. Come mangiare bene a chilometro zeroInizia con una serie di domande a effetto il libro di Clara Balestrini dal titolo Dall'orto alla tavola:

Vi siete mai chiesti da dove viene il cibo che mangiate? Non parlo solamente della nazione di provenienza. Quello che intendo è: da quale campo viene la vostra insalata? Chi ha raccolto i fagioli che avete nel piatto? Con che cosa è stato concimato il prezzemolo che sta nel vostro frigorifero? E ancora: sulle vostre mele è stato spruzzato un antiparassitario? E, se sì, di che tipo? Quanti giorni di viaggio hanno dovuto sopportare i vostri limoni? E in quali condizioni? Pensateci bene. Provate a fare questo semplice esperimento. Controllate il contenuto del vostro piatto, individuate ogni singolo ingrediente, e per ciascuno chiedetevi: da dove viene? È angosciante, vero?

Come si sarà intuito, quello che Clara Balestrini propone è una scelta di nutrirsi a chilometro zero, conoscendo direttamente il produttore e, soprattutto, seguendo i ritmi della natura. Credo che mangiare rispettando la stagionalità degli alimenti sia la vera rivoluzione da compiere. Come, giustamente, scrive la Balestrini, non indossiamo un cappotto a Ferragosto. Perché, allora, cibarsi di frutta e verdura fuori stagione? Se facciamo questa semplice e basilare riflessione e poi passiamo a metterla in pratica, senza dubbio mangeremo meglio e avremo anche meno problemi di salute.

Per riuscire nel suo intento, Clara Balestrini ha strutturato il suo libro in quattro parti, tante quante sono le stagioni (inverno, primavera, estate, autunno). Inoltre ha fatto precedere la ricca sezione delle ricette da uno schema – dettagliato e preciso – che riporta per ogni mese dell'anno quali sono i prodotti, quali le erbe selvatiche da utilizzare in cucina e, infine, cosa seminare. Sì, perché Dall'orto alla tavola vuole invitare ogni consumatore a produrre da solo quanto mangia. A questo scopo l'appendice riporta alcuni consigli pratici su come gestire al meglio un orto casalingo.

La sezione delle ricette, poi, è particolarmente curata e ricca (con ben sessantacinque ricette che descrivono come preparare i piatti e evidenziano le particolarità degli ingredienti usati): oltre alla divisione secondo le stagioni, all'interno di ogni stagione troviamo le ricette suddivise per portate (antipasti, primi piatti, frittate, secondi piatti, contorni e dessert) per concludersi con due proposte di menù speciali per ogni stagione.

Questo libro nasce da una scommessa. Le mie amiche sostengono che sono un'esaltata. Dicono: “È giusto mangiare sano, ma bisogna pure mangiare bene. Tu vai avanti a suon di insalatine: che noia, che mancanza di gusto...”. Si sbagliano, e con queste mie ricette intendo dimostrarlo. Ce ne sono per tutti i gusti. Buon appetito a tutti: ovviamente, a chilometro zero

Clara Balestrini
Dall'orto alla tavola
Aliberti, 2011
pp. 165, euro 14

  • shares
  • Mail