Vitigni & Vini: il Durello

vini & vitigni: il durelloDi questo vitigno, localmente conosciuto anche come Durella, si hanno tracce storiche a partire dal XIII secolo, malgrado ciò, oggi non se ne sente parlare molto. Eppure ha una buona vigoria, si adatta facilmente ai terreni argilloso-calarei ed è resistente a molte malattie. Acido ed abbastanza profumato è ottimo per la spumantizzazione, sia metodo classico che charmat. Proprio per divenire uno spumante, Sekt in tedesco, è stato esportato e trapiantato in Germania.

La zona di vocazione è tra la provincia di Verona e quella di Vicenza, più precisamente nelle vallate della Lessinia. Con la sua struttura non eccessiva e la sua acidità presente, si abbina facilmente alla cucina veneta, soprattutto col baccalà alla vicentina e con gli asparagi. Nella versione metodo classico con affinamento sui lieviti per dieci anni, emergono note molto interessanti, di frutta secca, crosta di pane ed una persistenza che stupisce.

Va detto che questo spumante contiene il 15% di Pinot Nero, il quale sicuramente donerà una struttura più decisa al vino, ma l'acidità piacevole sostiene tutto il sorso, e lo rende ottimo per pasteggiare con più pietanze. Un vitigno bianco la cui conoscenza andrebbe approfondita.

Foto | Marcato

  • shares
  • Mail