Giornata Mondiale dell'Uovo: festeggiamo con una omelette

Nella Giornata Mondiale dell'Uovo non potevamo dimenticarci di lei, l'omelette; un pasto veloce e nutriente, bello da guardare (anche nella preparazione: non è affascinante guardare colui/colei che ne sta preparando una per voi?) e delizioso da mangiare, con tutti i felici accostamenti del caso: fettine di baguette imburrate, insalata con cipollotti, caponata di verdure di stagione. Se volete cimentarvi in questa semplice preparazione tipicamente francese, ecco gli ingredienti: 2 o 3 uova, un cucchiaio di burro, e a piacere potete aggiungere scaglie di formaggio stagionato.

Poi un po' di pepe e di sale. In una ciotola sbattete con la frusta le uova appena appena, finchè i bianchi e i rossi si sono amalgamati, non vogliamo che siano troppo sbattute, mi raccomando. Infine aggiungete sale, pepe appena grattuggiato e se vi piace, un pizzico di pepe aromatico o di paprika. Mettete poi un tegame dal manico lungo, su fuoco medio alto; aggiungete il burro e quando questo inizierà a schiumare vuol dire che il tegame è caldo e si può aggiungere l'impasto.

Il burro permetterà all'omelette di muoversi nel tegame, che muoverete in circolo sulla fiamma; spingete i bordi esterni dell'omelette verso il centro con l'aiuto di una spatola di legno e poi aggiungete le scaglie di formaggio, tante, scaglie di formaggio! Ricordatevi che l'omelette non deve mai attaccarsi o imbrunirsi sul fondo; agitate avanti e indietro la padella, finchè l'omelette non si ripiegherà su sè stessa. Ecco, a questo punto è davvero pronta. Vista la stagione, provatela anche con gruviera e funghi champignon e...bon appetit!

  • shares
  • Mail