Il Palazzo del Freddo Fassi.

palazzo del freddo FassiFu Giacomo Fassi il fondatore di quella che sarebbe diventata una solida tradizione di famiglia, aprendo una bottega di ghiaccio e mescita di birra. Il figlio Giovanni era l'allora gelatiere sovrano, così chiamato poiché pasticcere ufficiale della casa reale.

Lavoro che fu costretto a lasciare per non tagliarsi i baffi e dopo varie sedi si installò definitivamente nel 1928, nell'attuale palazzo del Freddo in via Principe Eugenio 65, vicino alla metro di Vittorio Emanuele. L'eredità passò al successore Leonida, che da bambino vide nel suo negozio anche Hitler.

Questo posto è storico, ricco di memoria e poi è spazioso, qualità diventata molto rara, in estate affollatissimo. I gelati sono buoni, magari non i migliori della capitale, ma sicuramente dal punto di vista qualità/prezzo sono imbattibili anche per dimensioni. Nel periodo invernale si applicano sconti del 50% in determinati giorni. Da provare senza dubbio i sanpietrini nei vari gusti. Dopo periodi difficili, Fassi è ancora lì a regalarci un sorriso e a tramandarci una storia importante per la memoria della città.

  • shares
  • Mail