Mini guida all'assaggio dell'olio d'oliva

olio evo
Volete diventare degli esperti d'olio d'oliva? Ecco i tre parametri da considerare e da tenere sott'occhio per la valutazione iniziale di un olio di qualità. Uno dei controlli più semplici da fare è quello del colore: l'olio deve essere verde, ma non di un colore troppo brillante o intenso, che significherebbe che con i frutti sono state spremute anche le foglie.

Vanno benissimo anche le sfumature dorate ed ambrate, che però devono essere sempre intense e mai pallide, tipiche dell'impiego di olive vecchie ed appassite. Per valutarne, invece, meglio gusto e profumo passate alla degustazione, versandone un po' su una patate lessa calda.

L'odore deve essere fresco e vivace, mai rancido, mentre il gusto deve essere armonioso, con aroma fruttato, piccante o mandorlato, a seconda del tipo di olio.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail