Cucina russa: il pasticcio di albicocche secche

Oggi siamo davvero lungimiranti: con il countdown ormai iniziato per il Natale, noi guardiamo già oltre, a quando le Feste volano via lasciandoci un sacco di avanzi, come, spesso, la frutta essiccata. Ecco, dunque, un consiglio che ci viene dalla Russia per un tè con le amiche all’insegna del ‘riciclo’.

Cosa vi occorre: 1 kg di pasta unta lievitata, 1 kg di albicocche secche ben scelte, 150 g di zucchero, semi di papavero.

Come si prepara: una volta preparata la pasta, stendetela per bene dandole una forma ovale, quindi sforacchiatela con la forchetta. Intanto cuocete le albicocche secche in poca acqua e zucchero e scolatele senza, però, gettare via il liquido di cottura sciropposo che avrete ottenuto. Stendete uno strato di albicocche sopra la pasta, lasciando lo spazio necessario per ripiegarne i bordi, che spennellerete con lo sciroppo. Polverizzate con i semi di papavero e infornate a 180-200° fino al punto giusto, cioè fino a che la pasta non risulterà ben dorata. Al momento di servire, di accompagnamento con tè o caffè, irrorate ancora ogni fetta con lo sciroppo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail