Thanksgiving: il tacchino tradizionale

Tra una settimana esatta negli Usa si festeggerà il Thank’s giving day, che ricorre ogni anno il quarto giovedì di novembre. Ogni volta che si avvicina questa data mi ricordo della mia amica Karin, conosciuta l’anno che ha vissuto in Italia, durante il quale mi invitò a casa sua proprio per questa festività e per farmi assaggiare il tacchino… del quale poi mi ha dato la ricetta.

Cosa vi occorre: 1 tacchino di 4-5 kg, 110 g di carote grattugiate, 110 g di sedano tritato, 110 g di cipolla sminuzzata, 110 g di burro o margarina, 2 mele a pezzettini, 200 g di pane secco a cubetti, 100 g di noci a pezzetti, 200 ml di brodo di carne, farina, olio di semi, noce moscata, sale e pepe q.b.

Come si prepara: la preparazione del tacchino per gli americani è una sorta di rito in cui ogni fase va eseguita lentamente e pensando intensamente al significato della festa. Innanzitutto il tacchino va lavato bene dentro e fuori, delicatamente, dopo di che l’interno si cospargerà di sale prima di riempirlo. Il ripieno si prepara cuocendo nel burro le verdure, aggiustando di sale, pepe e noce moscata fino a che non saranno morbide. A questo punto mettetele in una ciotola con il pane, le mele e le noci e una quantità di brodo sufficiente a tenere il ripieno morbido. Riempite il tacchino partendo dal fondo, avendo cura di non farlo troppo pieno. Fissate la pelle tesa con gli stuzzicadenti e con lo spago legate insieme le cosce, quindi adagiatelo nella teglia con il petto rivolto verso l’alto e mettetelo in frigo fino al momento della cottura. Prima di metterlo in forno a 160° ungetelo tutto con l’olio di semi e coprite la teglia con l’alluminio. Un tacchino di questo peso dovrà cuocere almeno 3 ore, ma quando saranno trascorsi i due terzi del tempo, togliete la stagnola e liberate le cosce dallo spago. Aspettate almeno 15 minuti a forno spento prima di sfornare e travasate il fondo di cottura in una padella dove lo farete sobbollire addensandolo con un po’ di farina e aggiustandolo di sale e pepe, in modo da ottenere una salsina per l’accompagnamento.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: