L'ortaggio del mese: la verza

cavolo verza

La verza fa parte della famiglia dei cavoli (Brassicacee) e di tutta la famiglia è sicuramente quella più vulnearbile in cucina. Ha grandi foglie verdi di varie sfumature, carnose e piene di grinze; le foglie più esterne si ripiegano in fuori, mentre quelle interne si richiudono a formare un globo centrale.

Si raccoglie prevalentemente da Ottobre a Maggio, tranne poche varietà, che hanno raccolta estiva, come ad esempio il Precocissimo d'Asti. Si consuma cruda, stufata e brasata e le sue foglie sono ottime per fare degli involtini.

Tra le tante varietà esistenti, si ricordano il Tardivo di Milano, la Violacea di Verona, il cavolo verza di Vetus e quello di Settimo Torinese. Le verze migliori sono quelle che hanno subito la prima gelata dell'inverno. Tutte le varietà derivano da una specie selvatica originaria delle regioni costiere del Mediterraneo e dell'Atlantico.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail