"Du pain et de mots" di Apollonia Poilâne

Du pain et des motsLa storia del pane coincide con quella dell'uomo.

Apollonia Poilâne, erede di una famiglia di "panificatori parigini" da tre generazioni, cresciuta fra filoncini, baguette e viennoiserie, descrive così l'importanza di quell'elemento che non le appartiene semplicemente per uno "strano scherzo del destino", ma che rappresenta una vera e propria "fonte di ispirazione". Il pane per lei è una "pulsione", una specie di amore che condivide con coloro che vivono letteralmente "con le mani nella farina" ed amano leggere della loro passione, ma anche una riscoperta dolorosa, che è concisa con l'improvvisa scomparsa paterna.

Una spinta che sta dietro il suo libro, una raccolta ben quarantaquattro citazioni celebri, tratte da testi, poesie, canzoni ed estratti di film. Un'originale pubblicazione dal titolo "Du pain et des mots" (che nella nostra lingua suona più o meno come Pane & Parole), apparsa qualche tempo fa per le Edizioni Cherche-midi. I pezzetti di questa singolare antologia, rubati dal Rimbaud, come da Georges Brassens e dai fratelli Grimm, vengon fuori da una ricerca nella biblioteca dell'amato genitore e del pane hanno ancora la piacevole e sincera fragranza.

Via | yummymagazine.fr

  • shares
  • Mail