Sapori del mondo: le spezie di Valeria Calamaro e Concita Cannavò

Sapori del mondo: le spezie di Valeria Calamro e Concita CannavòSe siete affascinati dalle spezie e volete scoprirne tutti i segreti, oltre a seguire la nostra guida sulle spezie, potete trovare ottime indicazioni e ricette nel libro Spezie. I sapori del mondo in cucina, scritto da Valeria Calamaro con Concita Cannavò e pubblicato da Sonda.

Si tratta di un libro bello e che fa bene. Bello perché è molto curato, con diverse foto a colori e oltre 120 ricette (organizzate in sezioni: antipasti, focacce, spuntini e finger food; primi piatti, minestre, zuppe e piatti unici; secondi piatti; insalate, contorni e piatti con verdure; salse e condimenti; dolci, dessert e bevande) e mille consigli su come usare e conservare le spezie (da non sottovalutare quello prezioso di coltivarsi da soli le spezie). Un libro che fa bene perché pubblicato in collaborazione con altromercato - commercio equo e solidale e quindi le spezie usate in queste ricette possono essere tutte acquistate presso i negozi dell'equo e solidale in modo che ci sia veramente un sapore di bontà.

Oltre alle ricette c'è la spiegazione di moltissime spezie (dalla A di anice stellato alla Z di zenzero e ancora oltre), una collocazione storico-geografica del mondo delle spezie e un interessante esperimento, portato avanti da Concita Cannavò, di fornire la versione veganizzata di tutti i piatti con ingredienti animali.

Da questo libro vi proponiamo una ricetta che potrebbe stare benissimo sulla tavola di Natale: spiedini di pesce al cumino (con relativa versione vegan).

Per quattro persone questi sono gli ingredienti: 500 g di filetto di pesce bianco sodo (pesce spada, tonno, coda di rospo e simili), 200 g di seppie (a pezzi e scottate in acqua bollente), 2 cucchiai di cumino (spezzettato), 1 peperone, 1 cipolla grande, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 spicchio d'aglio (schiacciato), 1 cucchiaio di coriandolo (tritato), 1 cucchiaino di pepe macinato, olio extravergine di oliva.

Procedere in questo modo: tagliate il pesce a cubetti di circa 3 cm e infilzateli sugli spiedini precedentemente unti con olio, alternandoli alle falde di peperoni senza semi, cipolla e pezzi di sesamo. Preparate la marinata: in una ciotola unite 2 cucchiai di olio, il coriandolo, il cumino, il pepe e l'aglio tritato molto finemente e spennellatela sugli spiedini che poi coprirete con la pellicola trasparente. Fate riposare gli spiedini in frigo per una notte intera, avendo cura di conservare la marinata. Al momento della cottura, disponete gli spiedini su una griglia o su una bistecchiera leggermente unta e fateli cuocere per 5-6 minuti, spennellandoli di tanto in tanto con la marinata che avevate messo da parte e girandoli. Servite cosparsi con prezzemolo tritato e accompagnati da verdure di stagione.

E la versione vegana di questa ricetta? Sostituire il filetto di pesce bianco sodo con cubetti di tofu e tempeh; le seppie con la parte più interna e tenera del finocchio (che si presta bene anche a simularne la forma). Si proceda poi come nella ricetta originale; per conferire alla preparazione finale il sapore di mare, si possono cospargere gli spiedini con un po' di alghe Nori sbriciolate.

Valeria Calamaro con Concita Cannavò
Spezie. I sapori del mondo in cucina
Sonda edizioni, 2011
pp. 224, con foto a colori, euro 18

  • shares
  • Mail