Menu della Vigilia: per primo, zuppa di parmigiano con code di gamberi

Non a tutti piace l’accostamento pesce e formaggio (a me sì: irrinunciabile, ad esempio, la pasta con le sarde), ma se siete tra coloro che gradiscono non perdetevi questa zuppa, ottimo primo ‘sgrassante’ per un menu della vigilia particolarmente ricco di grassi, anche se quelli del pesce sono insaturi…

Cosa vi occorre per 4 persone: 200 g di parmigiano reggiano, 1 spicchio d’aglio, 2 scalogni, 50 g di burro, vino bianco secco, 4 cucchiai di vermouth dry, 250 ml di panna fresca, 6 dl di brodo di carne, 4 code di gambero sgusciate e lessate. Per i bastoncini decorativi: 4 fogli di pasta per involtini primavera, 1 pomodoro, 100 g di polpa di granchio, peperoncino in polvere, 4 foglie di basilico, ½ spicchio d’aglio, 1 albume d’uovo, olio, sale, pepe in grani q.b.

Come si prepara: sbucciate lo spicchio d’aglio e gli scalogni, tritateli e soffriggeteli con il burro. Unite 4 cucchiaiate di vino e fatelo evaporare, quindi aggiungete il brodo e infine la panna, cuocendo per far restringere il tutto. A questo punto grattatevi dentro il formaggio insaporito al momento con sale e pepe macinato fresco e mescolate fino a che la zuppa non avrà la densità di un purè, quindi passatela al setaccio. Preparate di seguito i bastoncini decorativi: sbollentate il pomodoro, sbucciatelo e privatelo dei semi, tagliatelo a dadini. Unite la polpa di granchi finemente tritata, una presa di peperoncino, basilico e aglio tritati e aggiustate di sale e pepe. Stendete il composto sui fogli di pasta per involtini primavera e arrotolateli su se stessi in modo da formare dei bastoncini di cui sigillerete le estremità con le dita bagnate nell’albume d’uovo. Friggeteli in olio caldo. Servite la zuppa nelle ciotole e decorate ognuna con una coda di gambero e un bastoncino di pasta.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail