Pausa dolce a Milano: il Pulentino

Il Pulentino
Il Pulentino è una vera istituzione meneghina, almeno per me. Si tratta di una bevanda, "dall'altissimo potere di conforto" (e almeno pari "pericolosità calorica") che allieta spesso i miei freddi pomeriggi milanesi e che deve il suo nome alla somiglianza con la polenta, che non sembra far parte della reale composizione. Nel bel mezzo di una passeggiata ghiacciata, non c'è niente di meglio che fermarsi al caldo e degustarne comodamente uno, seduti sugli sgabelli in metallo che completano col decoro da latteria vintage, che sembra uscito da un film e che anni'60 e che rende ancora più caratteristici i locali della catena Botega Caffé-Cacao dove lo preparano.

Se non doveste avere l'occasione di "gustarlo in loco", o, ne siate "diventati letteralmente dipendenti", come la sottoscritta, eccovi una "versione casalinga", abbastanza somigliante all'originale.

Ingredienti per 4 persone (parecchio golose): 1/2 lt di latte, 1 baccello di vaniglia, 150 gr di zucchero, 4 tuorli e 1 albume d'uovo, 40 gr di farina, 100 gr di cioccolato fondente, 50 gr di croccante di mandorle o di nocciole, 20 gr di cacao amaro.

Preparazione. Realizzate una crema pasticcera facendo bollire il latte con la metà dello zucchero e la vaniglia, che va rimossa dopo una decina di minuti. Miscelate lo zucchero rimanente con la farina, poi stemperate i tuorli delle uova aggiungendo un po' di latte. Unite il latte bollente, mescolate e rimettete sul fuoco avendo cura di battere continuamente con la frusta. Lasciate ispessire e fate raffreddare per una decina di minuti. Preparate i bicchieri bagnandoli leggermente nell'albume sbattuto e poi immergendoli nel cacao amaro fino a formare un leggero bordo. Spezzettate sul fondo il cioccolato e il croccante, riempite il tutto con la crema tiepida e servite immediatamente.

Il Pulentino
Il Pulentino
Il Pulentino
Il Pulentino
Il Pulentino

  • shares
  • Mail