Mangiare informati: la storia dei pancakes

pancake
Cosa sono i pancakes, oramai lo sappiamo più o meno tutti: queste specie di crepes, un po' più spesse, ora spopolano anche in Italia all'interno di brunch o colazioni particolari. Ma da dove arrivano di preciso? E come mai sono così diffusi sulle tavole della colazione in tutte le case statunitensi?

Iniziamo col dire che sono tradizionali del Nord America, appunto, ma sembra che la loro origine sia tutta tedesca: i Pfannkuchen dalla Germania, da cui i pancakes derivano, hanno storia più antica e rappresentavano il pasto mattutino degli immigrati tedeschi che si erano trasferiti negli Stati Uniti durante il diciannovesimo secolo. In America del nord i pancakes sono chiamati anche jotcakes o griddlecakes, ma anche in Inghilterra si consumano tradizionalmente in un giorno dell'anno, che è il Pancake day, ovvero il nostro martedì grasso.

Il diametro dei pancakes è di circa 12-15 cm e vengono conditi soprattutto con sciroppo d'acero, confettura e miele, nella versione "dolce". Si consumano anche salati, preparando del burro fuso da mettere sul pancake caldo, insieme ad uova e bacon.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail