Ricette cinema: il cocktail all’amarena di La seconda notte di nozze

Il cocktail all’amarena era molto di moda negli anni immediatamente successivi alla Seconda Guerra Mondiale, in cui si ambienta la delicata pellicola di Pupi Avati intitolata La seconda notte di nozze. Liliana, che la guerra ha lasciato vedova e povera, con un figlio mezzo delinquente a carico, Nino, decide di lasciare Bologna e di trasferirsi in Puglia da Giordano, il cognato possidente e un tantino strano. Per fare i suoi comodi, cioè il mantenuto, Nino spinge sempre più la madre nelle braccia di Giordano, da anni segretamente innamorato di lei. Alla fine i due si sposano, ma solo perché Giordano, con la sua delicata fragilità, ha saputo toccare le corde giuste di Liliana e risvegliare in lei un sentimento di grazia che credeva finito per sempre insieme alla guerra.

Cosa vi occorre: 60 ml di vodka aromatizzata all’amarena, 10 ml di granatina, qualche goccia di succo di limone, ghiaccio pestato q.b., ciliegie al maraschino per guarnire.

Come si prepara: mettete i vostri bicchieri da cocktail (meglio se da Martini) in frigorifero per tempo, in modo che risultino ben freddi. Intanto passate al mixer elettrico il ghiaccio e in un miscelatore ponete tutti gli ingredienti che shakererete per qualche minuto fino a che non si mescolino alla perfezione. Servite il cocktail nei bicchieri freddi aggiungendo eventualmente altro ghiaccio in cubetti e guarnendo con le ciliegie al Maraschino e, volendo, con qualche fettina di limone.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail